Competenze trasversali

In un’epoca complessa, la formazione delle competenze trasversali serve a comunicare in modo efficace, stabilire relazioni di qualità, pensare in modo critico, risolvere i problemi.

Comunicazione efficace

Il primo obiettivo è ragionare sul senso e sul significato della comunicazione. Ancora prima di essere un mezzo di scambio delle informazioni, comunicare è l’esperienza con cui ognuno di noi costruisce la propria immagine del mondo.

L’apprendimento avviene attraverso dialoghi, esercizi, riflessioni. Di conseguenza, l’apprendimento non si concentra tanto sull’acquisire tecniche di comunicazione; quanto invece di comprendere i processi più semplici che la governano per imparare a utilizzarli consapevolmente.

Scopo di questi corsi è ricondurre i rapporti umani a una libera scelta, orientata alla collaborazione, alla responsabilità e al rispetto reciproco.

Pensiero critico

Progetto corsi e laboratori che abituano ad andare oltre l’ovvio e che aiutano a trovare risposte in situazioni di cambiamento o di difficoltà.

Guido il lavoro mediante strumenti di analisi e mappatura delle esperienze. Ma è il dialogo il mezzo con cui far emergere e organizzare i diversi punti di vista.

Questo tipo di formazione può essere applicato in contesti organizzativi, per generare significati condivisi. In questo caso, i temi possono riguardare aspetti strategici, sviluppi di prodotto, problematiche comunicative, miglioramento degli ambiente di lavoro, condivisione di obiettivi, processi di cambiamento.

Educazione sentimentale

Emozioni e sentimenti sono una potente risorsa per conoscere e cambiare il proprio rapporto col mondo. L’obiettivo diventa allora quello di rieducarsi al linguaggio delle emozioni e dei sentimenti. Ricomporre la frattura con la ragione che ha separato questi due ambiti.

Mettere in relazione ragione sentimenti, infatti, aiuta a sviluppare capacità come l’intuizione, la creatività e l’immaginazione.

Sono proprio queste competenze a essere utili in una realtà complessa, come quello in cui viviamo. Perché aiutano ad agire fuori dagli schemi ordinari che, non di rado, possono essere un limite alla risoluzione dei problemi.

© 2016-2020 Stefano Francoli – P.I. 02655380026

Log in with your credentials

Forgot your details?